Metodo

Il metodo Frame di ispirazione montessoriana

La scuola Calleri Gamondi vuole essere un punto di riferimento per la comunità per il percorso educativo.

Gli SPAZI interni svolgono un ruolo importante per soddisfare i ritmi di crescita attraverso il gioco, le esperienze e le attività. Il loro allestimento è una risposta a precise necessità di sviluppo del bambino  come rafforzare l’autostima e la sicurezza di sé per maturare la propria identità, sviluppare l’autonomia, rispettare le cose e gli altri, sperimentare attraverso il fare con le mani e il corpo. Questi spazi devono avere precise caratteristiche, devono essere: ordinati, attraenti, armoniosi, funzionali, comunicativi e flessibili.

L’OSSERVAZIONE del bambino reale è alla base del metodo (FRAME con un’ispirazione montessoriana), è uno strumento insostituibile per conoscere a fondo il processo di crescita del bambino e per affiancarlo e sostenerlo senza snaturarlo. La complessità del mondo rende indispensabile dotare il bambino di una “lente” adeguata per esplorare il mondo. Non a caso il metodo che si sta adottando si chiama frame = cornice. La scuola non propone esperienze fini a se stesse ma lavora per mettere in relazione l’esperienza diretta con analogie e differenze del mondo circostante, come in una cornice, ponendo così come obiettivo ultimo la flessibilità di pensiero. Il bambino se libero di agire e di esplorare si appropria e costruisce il suo sapere.

La nostra scuola non prevede una programmazione predefinita. È impossibile conoscere in anticipo il bagaglio culturale di ogni  bambino quindi è necessario un periodo di conoscenza generale e di attenta osservazione da parte dell’adulto che ha il ruolo di captare interessi, conoscenze, punti di forza e di debolezza, per poi tradurre stimoli ottenuti in percorsi educativi (unità di apprendimento).